Una giornata ricca di emozioni quella di ieri, Lapo apre le porte di #GARAGEITALIACUSTOMS in Piazzale Accursio a Milano all’incrocio con viale Espinasse, una zona considerata quasi periferica, ma per chi come me la conosce bene e ne è affezionato, può solo essere onorato e felice di questa bellissima news.

Michele De Lucchi, Lapo Elkann, Carlo Cracco

Riva Imbarcazione

Lapo sull’aereo in terrazza di Garage Italia

#LapoElkann, #MicheleDeLucchi, #Carlo Cracco i protagonisti di un progetto o meglio di una visione , quella che ebbe Enrico Mattei,  grande manager e imprenditore  degli anni ’50,quando costrui l’edificio,  che ora torna a vivere con una grinta tutta contemporanea. E’ Garage Italia Customs fortemente voluto dal brillante Lapo Elkann, amante di auto e di belle cose, che ruotano intorno al Made in Italy: design, Food, Fashion. Un centro stile dedicato all’automotive con un servizio “tailor-made ” e molto altro.

Tra i  partner Poltrona Frau, Cassina, Lavazza, Ferrari, Riva…

Sono state a sua determinazione, la sua energia, la sua passione a convincere il grande architetto De Lucchi e lo Chef Carlo Cracco a farsi coinvolgere e travolgere ma anche tanti punti di contatto

La Scrivania di Lapo

De Lucchi cita Marinetti e il suo Manifesto del 1909, allora forse ritenuto delirante, in cui lo scrittore filosofo dichiarava che la bellezza non era più da collocare ai tempi  del Rinascimento , ma al progresso, alla forza dell’ uomo contemporaneo, usando  linguaggi nuovi. . L’edificio di Mattei , con il boom economico degli anni 50 ,rappresenta la forza del coraggio, la voglia di rinascita, dopo la guerra, il senso di voler costruire un mondo nuovo, un futuro.  E’ su questi presupposti che il “magnifici 3” hanno lavorato per Garage Italia.

Un edificio di due piani, che sarà sia “showroom “per appassionati di auto, officina di restyle, e anche bistrot, cocktail bar, ristorante. Al  piano terra un servizio più veloce, un menù dedicato al lunch, con piatti più semplici, come hamburger e insalate. Al primo piano un ristorante più tradizionale, con piatti di tradizione ma ricercati. Un privè come una prua in esterna e una terrazza . Eccellenza italiana il bello e il buono anche a livello di cibo. Le ricette saranno quelle della tradizione, rubate dai ricordi di famiglia, il piatto del commendatore Enzo  Ferrari, il piatto della sua cuoca, l’insalata dell’avvocato, piatti storici riproposti in chiave contemporanea, alcuni chiamati come le corse automobilistiche e il menù avrà la grafica di un contagiri.

Lapo Elkann è emozionato ma raggiante, orgoglioso di raccontare questa avventura iniziata qualche anno fa.

Macchine, moto, aerei, barche, cibo : tre anni di lavoro, di restyling, hanno restituito  un ‘immobile che dice Lapo” sarà casa dei milanesi, degli italiani, che saranno accolti come a casa”. Sempre innamorato del suo paese dichiara l’ “Italia può riportate la propria bellezza ed energia nel mondo”, il mondo del motion è un’ispirazione grandissima.

Un concetto visto nei vecchi libro il nonno Giovanni Agnelli concetto cielo terra mare, riportare in luce l’industria del motion le abituini del guidatore,un luogo carico di emozioni, in cui il tema della velocità dei mezzi , le linee organiche delle automobili , le pareti metallo e vetro rappresentano un nuovo linguaggio per lo stesso De Lucchi

 

Non ci resta che provare !

 

 

 

 

Print Friendly