Asti, Moscato d’Asti nomi che mi fanno venire  in mente Capodanno e tanti ricordi di cene in famiglia sotto le feste di natale, quando anche noi bambini eravamo chiamati a tavola per un brindisi.

#ASTI e #MOSCATO d’ASTI sono le bollicine dolci piemontesi Docg più “brindate”nel mondo L’ASTI e il MOSCATO d’ASTI possono essere considerati i due vini bianchi dolci italiani per eccellenza e occupano nella famiglia dei grandi vini piemontesi, una posizione di rilievo poichè lasciano inalterate le caratteristiche organolettiche dell’uva, per effetto di una soffice spremitura e di una limitata fermentazione alcoolica

L’ASTI in particolar modo è il vino spumante protagonista dei momenti celebrativi sia legati alle festività sia a tutte le occasioni in cui si desidera coronare un momento di felicità.

Siamo nel territorio di  #LANGHE-ROERO e  #MONFERRATO, dove i paesaggi vitivinicoli sono patrimonio mondiale dell’UNESCO.

ASTI Dolce Docg L’ASTI Docg nasce esclusivamente dal vitigno Moscato bianco.Contraddistinto da un sapore muschiato, un equilibrio acido e zuccherino e una moderata alcolicità, il suo profumo intenso richiama i fiori di acacia, il glicine e l’arancio e il miele di montagna, con un sottofondo di spezie che rimanda a fiori di sambuco, di achillea, di bergamotto.

Le preziose sostanze aromatiche (linalolo) prodotte dal vitigno moscato bianco nelle ultime settimane che precedono la vendemmia raggiungono il massimo accumulo nell’acino nei primi giorni di settembre, quando iniziano le operazioni di raccolta, ancora oggi compiute a mano per preservare l’integrità dei grappoli e il caratteristico aroma dell’uva.

Il nuovo arrivato #L’ASTISeccoDocg , viene anch’esso dal vitigno del Moscato Bianco. Una tecnica di spumantizzazione che prevede particolari condizioni di permanenza con lieviti selezionati che portano ad avere un quadro gustativo ed olfattivo equilibrato ed armonioso.  Con una spuma particolarmente fine e persistente, l’ASTI Secco dona al palato una sensazione di freschezza che ne consente il consumo a tutto pasto. Al naso si possono apprezzare delicati aromi floreali (acacia, lavanda, salvia) e fruttati (mela, pera, banana). Ottimo come aperitivo, l’ASTI Secco si abbina facilmente a salumi, formaggi freschi, carni bianche, pesce, crostacei e a primi piatti, come il risotto.

Presentato allo spazio #Gessi di Milano lo scorso 29 novembre è stato una piacevole sorpresa!

#morehappydays

 

Print Friendly